Le spedizioni e le evasioni degli ordini online saranno sospese per pausa estiva dal giorno 4 agosto alle ore 11 fino al giorno 20 agosto.
Gli ordini ed i pagamenti effettuati in tale periodo verranno accettati ma spediti dopo il 20 agosto.
0

Riepilogo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Prodotti nel carrello: 0
Totale Prodotti: € 0,00

Prosegui al carrello

Tutore per il ginocchio: cosa fare in caso di lesione ai legamenti

Tutore per il ginocchio: cosa fare in caso di lesione ai legamenti

Come scegliere il tutore per il ginocchio dopo la lesione ai legamenti.

Lesione ai legamenti: quando serve il tutore per il ginocchio

Il tutore per ginocchio è tra gli ausili più richiesti nei casi di lesione ai legamenti.
Quella del ginocchio è l’articolazione più grande e complessa del nostro corpo: è costituita da muscoli, tendini e dai quattro legamenti primari (più altri legamenti secondari). È tra le parti del corpo che deve sopportare più sollecitazioni, in particolare durante le attività sportive: non a caso la lesione dei legamenti è tra gli infortuni più frequenti negli atleti.

Esistono varie terapie in caso di lesione dei legamenti: non tutte prevedono necessariamente un intervento chirurgico, ma tutte richiedono l’uso di un tutore ortopedico specifico.
 

In caso di legamento non operato

Nel caso di lesione parziale del legamento, il paziente può talvolta decidere di rinunciare alla perfetta mobilità del ginocchio per evitare l’operazione (accade soprattutto nel caso di pazienti anziani). In questo caso la riabilitazione prevede l’uso di un tutore morbido che stabilizzi l’articolazione per poi sbloccarla gradualmente: la ginocchiera morbida è costituita da fasce e stecche laterali regolabili e ha la funzione di sostenere e comprimere articolazione e muscoli del ginocchio.
 

Tutore per ginocchio post-operazione

L’operazione ai legamenti del ginocchio permettere di recuperare la mobilità dell’articolazione, ma la fase post-operatoria deve includere un programma completo di fisioterapia (da seguire nel dettaglio) e l’utilizzo di un tutore regolabile: scopo del tutore è proteggere l’articolazione da tensioni e carichi eccessivi e aumentare progressivamente la possibilità di movimento, in modo da permettere ai tessuti di guarire.

In questi casi risultano utili le ginocchiere a stecche rigide (in alluminio o plastica), che vengono usate per immobilizzare completamente l’articolazione o per consentire solo determinati movimenti.

Come abbiamo detto qui, esistono varie tipologie di tutori per ginocchio e ginocchiere ortopediche, diversi per materiale, funzionalità, comfort e prezzo. Scegliere il tutore giusto permette, in combinazione con il giusto trattamento medico, di recuperare l’uso del ginocchio e riprendere l’attività sportiva.